Guarda come vende Cairo

Posted by on Mag 26, 2017 in Uncategorized

All’inaugurazione del Filadelfia, una lezione magistrale di Cairo su storytelling, marketing e vendite.

 

 

Il Presidente arriva al centro del campo, e attacca il suo discorso.

Tutti si aspettano le solite pappine retoriche, ma niente affatto.

Per la gente del Toro riavere il Filadelfia vuol dire tornare a casa.

E Cairo si sente a casa solo quando fa il venditore.

Così comincia il suo show personale, in cui dimostra le sue skills da intrattenitore, imbonitore, comunicatore, venditore.

Accanto a lui, Cesare Salvadori, presidente della Fondazione Filadelfia che ha creato il miracolo di far rinascere il tempio del Grande Torino. Un miracolo compiuto anche attraverso la vendita dei seggiolini, con una procedura semplicissima: chi voleva contribuire alle spese della rinascita del Filadelfia poteva acquistare uno dei 2000 seggiolini della tribuna, su sarebbe stato inciso il suo nome. Al costo di 1000 euro.

E giustamente Cairo parte dallo storytelling emozionale, con un racconto che mette in primo piano una persona.

 

Oggi ho visto Salvadori un pochino triste. Mi ha detto che avrebbe voluto vendere più seggiolini: ci sono 2000 seggiolini e ne abbiamo venduti solo 600. Allora io dico: qui abbiamo gente ricca e persone che hanno la possibilità. Io come presidente, dei 1400 seggiolini che mancano, ne compro 500.

 

Ovazione del pubblico.

Questo è il primo colpo. Da maestro.

Dimostra autorevolezza verso il suo target, e gli trasmette fiducia, energia, entusiasmo.

È il suo investimento.

E Cairo spinge il suo affondo, nel percorso comunicativo e di conversione, quello che sui manuali si chiama Sales Funnel.

 

Sta parlando a una platea di donatori, sponsor, ex giocatori. Tutte persone di età medio-alta. Usa il linguaggio giusto per entrare in sintonia con il suo target.

“Qui c’è gente che sta bene, persone che hanno delle possibilità” dice indicando con un gesto ampio della mano sia il pubblico sia la squadra schierata.

Usa lo stesso tono e le stesse espressioni delle signore benestanti che chiacchierano sulle panchine del lungomare. Che poi -come personas- sono le mogli dei suoi interlocutori di business.

 

Poi profila con attenzione il suo target.

Chiama a gran voce il commendator Beretta, main sponsor del Torino e gli chiede quanti seggiolini vuole comprare. Senza giri di parole. Dritto all’obiettivo. Marketing direttissimo. E Beretta ne compra 100.

 

Poi passa in rassegna, uno per uno, i giocatori della prima squadra, partendo da mister Mihajlovic, li espone al pubblico giudizio chiedendo loro quanti seggiolini comprano.

Report della campagna di vendita: missione compiuta. In pochi minuti, Cairo ha venduto più seggiolini che in tutti i due anni dell’iniziativa.

Questa è comunicazione, questa è empatia, questo è marketing!

Guarda il video: questi 4 minuti di Cairo in azione insegnano più di tutti i corsi di marketing che cercano di venderti ogni giorno.

https://youtu.be/5prdRJcuQmY