Te lo dico in tutte le salse

Posted by on Ott 21, 2014 in Inspiration

MANGIARSI LE PAROLE

Pensieri copy dedicati al Salone del Gusto

MarinoniCopy Salone del Gusto aforismi-food 5
 

Quando si parla di cibo, i modi di dire cascano a fagiolo, come il cacio sui maccheroni.

Chi è una pizza fa venire il latte alle ginocchia, soprattutto se fa spirito di patate, ma quando si parla pane al pane si possono dire cose da far arrossire le fragole.

Se ti trattano a pesci in faccia, cerca di rendere pan per focaccia, o rischi una figura da peracottaro o da cioccolataio.

E quando ti capita la patata bollente, speriamo che qualcuno ti tolga le castagne del fuoco, altrimenti sarai preso in castagna o, peggio, con le mani in pasta.

MarinoniCopy Salone del Gusto aforismi-food 2

Se due persone sono pappa e ciccia è perché sono della stessa pasta. Allora è facile innamorarsi di una pelle di pesca e cadere come una pera cotta e, se si ha fegato, di buttarsi a pesce.

A quel punto, se non si fanno le nozze coi fichi secchi, si spera che la luna di miele fili liscia come l’olio, soprattutto se il partner è buono come il pane, altrimenti troverai pane per i tuoi denti, e rimpiangerai di non essere rimasto per i cavoli tuoi.

Allora, per non ritrovarti spremuto come un limone, se hai sale in zucca usa il bastone e la carota, così finirà tutto a tarallucci e vino.

MarinoniCopy Salone del Gusto aforismi-food

“Conosco i miei polli” diceva quel cocco di mamma che dormiva sugli allori. Era alto un soldo di cacio ma era sano come un pesce; aveva le orecchie foderate di prosciutto ma quando voleva era una testa d’uovo. Insomma, era una pasta d’uomo.

Se si lascia cuocere una persona nel proprio brodo, raramente va in brodo di giuggiole; e se casca dalla padella nella brace, allora è proprio fritto.

MarinoniCopy Salone del Gusto aforismi-food 4

La fame fa miracoli, perché spesso chi non ci vede più dalla fame, improvvisamente ci vede doppio per la fame.

Quando c’è molta carne al fuoco, vuol dire che c’è trippa per gatti. In mezzo a tutta quest’abbondanza, se non sai che pesci prendere e non t’importa un fico secco di scivolare su una buccia di banana, procedi a tutta birra: salverai capra e cavoli, prenderai due piccioni con una fava, e caverai sangue da una rapa.

Questo discorso c’entra come i cavoli a merenda? Hai ragione, anch’io che l’ho scritto non ci ho capito un cavolo.

MarinoniCopy Salone del Gusto aforismi-food 3