10 motivi per usare un copywriter come usi il tuo smartphone

Posted by on Gen 24, 2015 in copywriting

6 smartphone

“Poveraccio, non ha lo smartphone”

È quello che pensi quando vedi qualcuno che tira fuori un cellulare vecchio stile.
E ti immagini una vita misera, fatta di stenti, stanze buie e polverose, cibo da discount, abiti logori, igiene scarsa, odore di cavoli bolliti.

“Poveraccio, non ha il copywriter”

dovresti pensare di chi si scrive i testi da solo.
E immagini fatiche sovrumane, ore e a ore passate a pensare “cosa scrivo nel post di facebook”, riunioni infinite per dare il nome a un nuovo prodotto magari riesumando un nome registrato decenni prima per tutt’altro scopo e che non c’entra niente.
Cose così.
Sforzi di chi comunica, indifferenza di chi ascolta.

Hai uno smartphone perché non solo telefona, ma fa tante altre cose.
Perché ormai non ne puoi fare a meno.
Dovresti avere un copywriter per le stesse ragioni: perché fa molte più cose che scrivere delle belle parole.

10 motivi per avere un copywriter

1

1 Hello
Perché tu non sei un copywriter
Sei un imprenditore, un CEO, un product manager, un direttore marketing.
Ma non un copywriter.
Magari ti piace scrivere, ma scrivere in modo comunicativo e persuasivo è roba seria. Neanche tutti i copywriter ne sono capaci.
Meglio che tu faccia quello in cui sei bravo.
E scelga professionisti bravi a fare il loro lavoro. Nella fattispecie, scrivere.

2
2
Per vendere usi parole. Ma un conto è dirle, un altro è scriverle.
Se per dirle vanno benissimo i tuoi venditori, per scriverle serve un copywriter.
Una sola parola per il nome di un prodotto o di un dominio web, le poche parole di un post social, le famigerate 300 parole di una pagina web o di un articolo blog.
Ci vuole l’idea da cui farle scaturire, la strategia in cui incanalarle, la competenza per scriverle bene sui nuovi e vecchi media, il feeling comunicativo per fare in modo che coinvolgano chi legge.

3
3 originali
Sulla tua pagina facebook non ci può essere solo la foto dello stand alla fiera. O una tazzina di caffè e la scritta BUONGIORNO!!!!
Quanta forza hai di essere originale ogni giorno, più volte al giorno?
Non basta copiare e condividere lo stesso video, la stessa foto, la stessa citazione che tutti hanno già visto e condiviso centinaia di volte.
A questo serve un copywriter: ad avere idee originali per i tuoi post social, per gli articoli del tuo blog, per le presentazioni, le newsletter, per tutta la comunicazione che produci.

4
4
Non hai tempo. E così il sito è fermo da anni, e parla ancora di mission e vision (l’equivalente copy dei siti in flash).
La presenza social è desolante, sul tuo blog crescono le erbacce.
Il nuovo prodotto non ha ancora un nome.
La campagna che lo deve lanciare è ferma da mesi.
La tua comunicazione è ferma. E le tue prospettive di crescita pure.

5
5
Non tutte le aziende sono create uguali.
Ma ci vuole un bravo copywriter per farlo capire.

6
6 smartphone
Uno smartphone fa molto più che telefonare.
E un copywriter fa molto più che scrivere.
Guarda il tuo prodotto e la tua azienda dal punto di vista del mercato, non della sala riunioni.
Crea idee per nuove iniziative, eventi, campagne, promozioni, articoli di blog, iniziative social.
Ti dice “perché non facciamo questo?” “Perché non facciamo quest’altro?”
Ti dà consigli sul packaging, sulla grafica, ti aiuta a scegliere la strategia di comunicazione, è il tuo compagno di brainstorming, ti scova gli errori nella tua attuale comunicazione.
Ti dà una botta di vita. Sradica le tue convinzioni per seminare nuove possibilità.
Se chiami un copywriter solo per mettere a posto una frasetta, è come usare la Ferrari per andare a compare il pane.

7
7 moltiplicatore
Un copywriter moltiplica le idee.
Collabora con il social media manager per creare post e iniziative social che non servano solo per ottenere “mi piace”, ma che creino un vero dialogo.
Collabora con grafici e designer per creare packaging che abbiamo un valore aggiunto di comunicazione e che non siano solo belli da vedere.
Collabora con i filmmaker per creare video con una storia.
Collabora con i product manager per dare un’identità al prodotto.

8
8
Quanto ci metti a scrivere?
Un bel po’ di tempo.
Pensa cosa potresti fare in tutto quel tempo: visitare clienti, vendere, quindi guadagnare.
E poi, alla fine, sei davvero sicuro che il tuo testo sia fatto bene?
E che magari ti faccia perdere dei clienti potenziai che invece un testo ben fatto riuscirebbe a convertire in clienti effettivi?
Quindi, ecco i 3 danni dei testi fai-da-te:
-tempo perso
-mancato guadagno
-perdita di potenziali clienti

9
9
A molte aziende manca solo la parola.
Hanno dei bei prodotti, una bella storia, ma tengono tutto nascosto.
È un problema molto diffuso:
Tenere sottovetro le proprie caratteristiche migliori,
“mettere via” i propri valori senza comunicarli, lasciandoli in cantina.
Un po’ come certi nonni che mettevano il nylon sul divano, e per paura che non si sciupasse non ci si sedevano mai.
Ecco, mettiti comodo sul divano, e lascia che un bravo copywriter tiri fuori il meglio della tua azienda e dei tuoi prodotti.

10
10
Fare un brainstorming con un copywriter dovrebbe essere obbligatorio per legge. Aiuta ad aprire il cervello, a pensare in modo fresco, originale.
Solo perché una cosa è sempre stata fatta in un modo, non vuol dire che non ci siano altri modi per farla.
Chi l’ha detto che i libri devono essere fatti di carta? Così Amazon ha inventato Kindle.
Chi l’ha detto che la musica si ascolta solo con i cd o la radio? Così Apple ha inventato l’iPod.
Oddio, non è che queste cose le hanno inventate dei copywriter, però serve a far capire che guardare le cose da un altro punto di vista è prezioso.
E chi meglio di un copywriter, che ha cultura, preparazione e creatività, che è sempre aggiornato di cosa succede nel mondo della comunicazione, che sa darti esempi capaci di ispirare nuove strategie?

Non chiederti cosa può fare un copywriter per te.
Chiediti cosa potrai fare con un copywriter.

Ad esempio, idee e parole come queste